Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “A DAY AND A NIGHT” – California Series #3 – di T.S. Taylor – 5 Aprile 2019

TITOLO: A day and a night
AUTORE: T.S. Taylor
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
SERIE: California Series #3
EBOOK: Si
PAGINE: 293
PREZZO:  1,99 su Amazon (disponibile su Ku)
DATA USCITA: 5 Aprile 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTO:   A day and a night: Un sogno di seconda mano (California Series Vol. 3)
 

TRAMA: Ryan
Cosa c’è di peggio, per un uomo nel fiore degli anni, filantropo e professionista affermato, che ritrovarsi in continuazione tra i piedi lo “scimmione” del liceo, colui che gli ha reso l’adolescenza un inferno, che ha minato le basi della sua autostima e l’ha costretto a scappare dall’altro lato del continente?
Parecchie cose, in verità.
Per esempio ritrovarsi, in un momento di disperazione, nelle condizioni di dover chiedere un favore proprio a lui: Greyson Singleton il bullo.
Dover cedere al suo ricatto, per non mettere in pericolo il proprio progetto più ambizioso e, con esso, la vita e la felicità di trenta altre persone.
O, ancora, salire sull’auto del summenzionato bullo in un sabato mattina di sole, con lo stomaco contratto per il timore di dover diventare uno schiavo sessuale per un weekend.
Forse, però, la cosa peggiore è un’altra.
È sognare Greyson Singleton ogni notte. È ricordare ogni sera quel bacio di tanti anni prima, l’unico che si siano mai scambiati e che è rimasto inciso a fuoco nella sua memoria.
È non riuscire a purgare dal proprio sangue l’assurda attrazione che prova per lui…
Quando un conflitto interiore che non ha mai voluto né desiderato diventa lacerante, Ryan si trova a doversi guardare allo specchio, e compiere l’atto più doloroso: scartavetrare gli strati di odio e rancore che gli opprimono l’anima e gli offuscano la vista, per poter finalmente riuscire a guardare oltre.

“Sei uno stronzo, Greyson, sei il bullo che mi ha rovinato l’adolescenza, ma sei anche l’ossessione delle mie notti, il mio desiderio più perverso. E non avrò pace finché non ti avrò avuto davvero.”

Greyson
A trentun anni, la vita dovrebbe essere una sequela di sfide, lavoro, soddisfazioni. Fatica, orgoglio, amore. Non una catena infinita di giorni tutti uguali, pagine in bianco e nero che crollano dal calendario come l’intonaco scrostato da una casa in rovina, scanditi solo da patetici tentativi di inseguire una felicità che fugge sempre più lontana e gravati dal peso dell’odio e dei sensi di colpa.
È difficile, per Grey, uscire da una nebbia della quale ormai non vede più i confini, ma lo scossone giusto potrebbe arrivare da una direzione inaspettata: uno strano angelo e la sua ancora più strana profezia. Poche parole prive di senso, ma sufficienti per indurlo a fare la scelta più avventata – o forse più sbagliata – della sua vita.
E pagarne tutte le conseguenze.

Era lui, la tigre.
Una fiera che cercava una via di fuga da una vita dorata che gli andava stretta, che divorava illusioni come cioccolatini scaduti. Che, nonostante tutto, non riusciva a non sentire un pugno nello stomaco e un fremito nel basso ventre ogni volta che incontrava quegli occhi chiari, colmi di accusa e di tristezza.

 

Ho iniziato a leggere questo libro aspettandomi una storia carina, leggera, spensierata come le altre due che l’avevano preceduta e invece inaspettatamente mi sono trovata a leggere una storia corposa, ben scritta, romantica al punto giusto ma con temi importanti affrontati in maniera intelligente, che mi hanno fatto riflettere.

Il bullismo e le sue conseguenze sono il tema più importante di questa storia, il filo conduttore che lega insieme i personaggi, che li fa agire in una determinata maniera e che aleggia sulle loro teste come uno spettro che non vuole lasciarli andare.

Ryan e Greyson si conoscono da quando sono bambini, sono andati a scuola assieme ma non sono mai stati migliori amici, anzi; Ryan è diventato fin da subito il capro espiatorio dei bulli, il ragazzino più esile, più magro, più carino, quello apparentemente più fragile su cui i ragazzi più grandi – e grossi – si sono sfogati, rendendolo l’obiettivo di una violenza sempre sul filo del non troppo, senza sfociare nella violenza vera e propria ma marchiando comunque la sua esistenza.

Sì perché il bullismo non è solo violenza fisica, e Ryan anche da adulto ha ben chiaro dentro di sé tutto quello che ha dovuto passare, il brutto periodo della scuola che finalmente si è lasciato alle spalle ma che si porta ancora dietro. Greyson era infatti uno dei bulli, il capo per eccellenza, che sembrava avercela con lui per un motivo che scoprirà solo dopo anni, che lo ha tormentato per tutto il periodo della scuola e che ha continuato a incontrare anche dopo ma sempre cercando di stargli bene alla larga.

A causa di un incidente e una richiesta di aiuto però Ryan e Greyson sono costretti finalmente a chiarirsi e da questo momento in poi sono molti i segreti che vengono a galla, tutto diventa molto più chiaro da comprendere per Ryan e, anche se fatica a perdonare quei ragazzi per quello che gli hanno fatto passare, è su Greyson che si concentra tutta la sua attenzione. All’inizio ovviamente non fidandosi del suo cambiamento, ma persone più ragionevoli e con più esperienza di lui gli fanno notare che Greyson non è la persona cattiva che lui ha sempre pensato fosse, e desidera soltanto redimersi ai suoi occhi ed essere perdonato perché profondamente pentito di come si è comportato da ragazzo.

Ryan e Greyson sono due personaggi peculiari, due professionisti ormai affermati che si girano attorno da un sacco di tempo, per ragioni diverse, ma entrambi sono alla ricerca di qualcuno che possa amarli veramente; i loro due percorsi, pur incontrandosi, non sono semplici o lineari e l’autrice è stata davvero brava a non creare una storia scontata o prevedibile ma irta di difficoltà e fraintendimenti che però hanno il loro lieto fine, decisamente dolce e romantico.

Una storia piena di difficoltà e momenti difficili, ma che si concentra sul perdono e sull’amore, davvero molto carina e dolce.

Anche la forma con la quale si presenta è notevolmente migliorata rispetto ai precedenti; permangono alcuni errori ma complessivamente si nota davvero un certo miglioramento, anche nei contenuti, notevolmente più maturi e ben orchestrati.

Lo consiglio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 maggio 2019 da in Fantasy, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: