Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “SOLDATI” di Amheliie – 27 Maggio 2019

TITOLO: Soldati
TITOLO ORIGINALE: Patriotes
AUTORE: Amheliie
TRADUZIONE: Dalia Nobile
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
GENERE: Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 386
PREZZO: € 4,99 nei maggiori stores e sito Editore
DATA USCITA: 27 Maggio 2019
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Alto
LINK PER L’ACQUISTO:Soldati

TRAMA: Tre destini, due amanti, una guerra, l’orrore.

Grayson, Deacon e Chandler sono amici sin dall’infanzia. Sono cresciuti nelle più vive tradizioni americane, dove il patriottismo è un dovere che viene instillato nei giovani fin dalla loro più tenera età.

Erano dei ragazzini quando l’11 settembre traumatizzò tutto un Paese.

Sono adulti quando servire il Paese diventa il loro primo obiettivo.

Quando si arruolano insieme nell’United States Army, per andare a difendere la loro Patria, i loro destini prendono una strada che nessuno di loro si aspettava.

I tre soldati dovranno confrontarsi con l’orrore di una guerra atroce e, al contempo, gestire conflitti più oscuri e più personali.

Come si può sopravvivere ai propri demoni, quando ci si mettono di mezzo i sentimenti e i nostri sogni si rivelano peggiori dei nostri incubi, e ben più pericolosi?

 

Nota: Questa è una storia d’amore tra due uomini, non è una threesome.

 

Abbiamo conosciuto l’autrice Amheliie in occasione dell’uscita del libro “La Strada”, scritto a quattro mani insieme all’autrice e amica Maryrhage. Un libro che ha commosso molte persone, che ha saputo conquistare il cuore di molti con una storia che non dimenticheremo forse mai.

Questo nuovo libro “Soldati”, scritto questa volta da sola, è un viaggio incredibile, impervio, costellato di momenti difficili con cui l’autrice non si è di certo risparmiata.

Amheliie, nella sua nota iniziale, ha raccontato di essere entrata completamente nell’universo della guerra, dei soldati, della loro vita e di esserne rimasta sconvolta; non ha quindi voluto né abbellire né drammatizzare ancora di più questa realtà ma semplicemente raccontarla, mettendo nero su bianco una storia estremamente realistica.

Tre destini, due amanti, una guerra, l’orrore.

Grayson, Deacon e Chandler sono amici fin dall’infanzia, sono cresciuti nello stesso quartiere ed erano insieme l’11 settembre 2001, quando insieme a milioni di altre persone fissarono con orrore e sgomento il mondo che non sarebbe più stato lo stesso, e iniziava a germogliare nelle loro menti quel richiamo a voler proteggere la loro tanto amata Patria. Una volta adulti e ancora insieme si arruolano nell’United States Army e da quel momento la loro vita non sarà mai più la stessa.

Una storia che ci fa vivere in prima persona la vita dei soldati, il loro patriottismo che forse non riusciamo a comprendere fino in fondo, i legami e l’amicizia che li lega uno all’altro; ma anche la vita quotidiana fatta di finta ironia e piccole scaramucce per non annegare nella disperazione, per sentirsi ancora umani dopo che si è stati costretti ad atti disumani solo per salvare la propria vita o quella di un compagno.

Il libro passa dal raccontarci la vita militare a mostrarci questi tre ragazzi che, cresciuti a pane e onore, hanno lasciato casa e famiglia per andare a combattere un nemico invisibile, che si nasconde a ogni angolo di quelle strade impolverate e piene di insidie, ma nonostante la brutalità di quello che vedono ogni giorno non hanno dimenticato la loro amicizia, e il loro guardarsi le spalle durante l’adolescenza assume ora un significato ancora più profondo e importante, una sorta di promessa per la vita.

Una storia che non è solo una storia d’amore ma anzi forse non lo è affatto, ma è un ritratto implacabile di una realtà che non concede scampo o attenuanti e in cui Grayson, Chandler e Deacon si trovano coinvolti e in cui oltre a sperare di poter tornare a casa vivi e tutti interi, devono anche fare i conti con sentimenti che fino a quel momento non avevano avuto il coraggio di affrontare né tantomeno di mostrare.

Un libro commovente, appassionante, estremamente intenso e sentito, sempre in bilico tra un’amicizia che diventa amore e la disperazione di una guerra sempre più sanguinaria, che lascia indietro non solo morti e feriti ma anche incubi tremendi, vite distrutte che devono reinventarsi e integrarsi di nuovo in una società civile che non sa bene come accoglierli.

Un libro capace di scavare dentro il lettore, di stritolargli il cuore in una morsa e rilasciarlo concedendo un lieto fine sofferto che però ripaga da ogni dolore.

“I patrioti diranno che morire in combattimento per difendere il proprio Paese è un atto di coraggio che fa di te un eroe. […] E i compagni d’armi diranno semplicemente “ci manchi fratello mio” e prometteranno di alzare i bicchieri alla memoria di chi non c’è più, quando festeggeranno la loro prossima vittoria.”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 maggio 2019 da in Contemporaneo, narrativa, Recensione in anteprima con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: