Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “CONTRO IL DESTINO” di Sophie Angeli – 28 Aprile 2019

TITOLO: Contro il destino
AUTORE: Sophie Angeli
CASA EDITRICE: Self publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 3,50 su Amazon (Disponibile su Ku)
USCITA: 28 Aprile 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
LINK PER L’ACQUISTO: Contro il Destino

TRAMA:I fratelli Sam e Teo decidono di trascorrere una vacanza a Rivertown, una piccola cittadina del Texas dove il nonno ha acquistato un cottage qualche anno prima. Al loro arrivo però quel luogo sembra stranamente familiare a Sam e le persone che incontra sono le stesse che abitano nei sogni che continua a fare da tre anni, solo più cresciute. Con l’aiuto del fratello, comprende che quei sogni in realtà sono i ricordi della sua vita passata come Sean e ritrova anche il suo unico grande amore, Devon. Ma chi li ha separati tanti anni prima ha tutta l’intenzione di farlo ancora e i due innamorati si troveranno a dover lottare anche contro il destino pur di stare insieme.

 

Questo libro è rimasto, almeno per me, dall’inizio alla fine un po’ ambivalente e non saprei dire se mi sia piaciuto o meno. Dalla sinossi si capisce perfettamente quale sia il tenore della storia e non ci sono state sorprese sgradite, ma essendo un contemporaneo mi aspettavo un maggiore grado di realtà e di scetticismo verso alcuni argomenti che ho trovato un po’ surreali.

Di certo la reincarnazione rappresenta l’argomento cardine della storia e su cui gira l’intera vicenda ma quello che mi ha lasciato poco soddisfatta è stato il modo in cui è stato affrontato, poco convincente appunto in un romanzo contemporaneo.

La storia inizia con Devon che a 16 anni ha una relazione con un suo coetaneo, Sean, figlio di un importante uomo d’affari che non vede di buon occhio (per dirla con un eufemismo) né la loro relazione né il fatto che suo figlio sia omosessuale. La loro storia si interrompe nel peggiore dei modi quando Sean viene trovato morto e la vita di Devon diventa priva di senso, per quell’amore giovanile interrotto così bruscamente e per quella giovane vita persa così presto.

Esattamente sedici anni dopo, i giovani fratelli Sam e Teo arrivano nella piccola cittadina dove abita ancora Devon per passare l’estate ma la somiglianza quasi esatta di Sam con il compianto Sean provoca immediatamente nella popolazione un certo fermento, e l’idea che il povero Sean si sia reincarnato in quel ragazzo si fa via via più reale anche per Devon che riconosce in alcuni suoi atteggiamenti e discorsi proprio il suo ragazzo.

Ecco a questo punto i miei dubbi si sono fatti abbastanza profondi perché per quanto i libri siano voli di fantasia, che devono farci sognare, immaginare cose al di là della nostra realtà, in un contemporaneo mi sarei aspettata appunto prima dell’accettazione di un tema così controverso, magari una sorta di negazione, oppure di una possibile spiegazione razionale, invece in questo caso viene accettato senza discutere che siamo in presenza di una reincarnazione, senza se e senza ma, e anche il padre di Sean – individuo davvero orribile – tratta Sam proprio come se fosse suo figlio, in una sorta di realtà che non mi ha convinta per niente.

Non sto certo questionando le scelte dell’autrice ma personalmente ho trovato questo libro estremamente surreale, poco credibile, in virtù non tanto dell’argomento trattato ma soprattutto per il modo in cui è stato trattato.

Lasciando da parte questa cosa però la storia è molto dolce, molto improntata sulle seconde possibilità e su un amore che ritorna – in tutti i sensi – e che non è mai stato dimenticato.

I personaggi però non sono stati molto approfonditi, specialmente Sam che in realtà è come se non fosse un individuo a sé ma proprio un clone di Sean, e la differenza di età importante effettivamente non si sente granché perché i due ragazzi (che ricordo hanno rispettivamente 32 e 16 anni) si comportano e si atteggiano quasi nel medesimo modo perciò la differenza non è percepita in maniera definita.

Un libro che non mi ha colpito positivamente per tutta una serie di motivi ma che consiglio di leggere se amate le storie dolci e un po’ surreali.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 giugno 2019 da in Contemporaneo, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: