Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL PADRONE” – Serie Free Men #3 – di Kate Aaron – 3 Giugno 2019

TITOLO: Il Padrone
TITOLO ORIGINALE:  The Master
AUTORE: Kate Aaron
TRADUZIONE: Emma Donati
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
GENERE: Fantasy MMM
SERIE: Free Men #3
E-BOOK:
PREZZO: € 3,99 nei maggiori store
PAGINE: 237
USCITA: 3 Giugno 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTO: Il padrone (Free Men Vol. 3)

TRAMA: Essere salvati è stato solo l’inizio.

Otiz giace in rovina. Come signore della regione, Lysander sa dove si collocano le sue responsabilità. Ha l’obbligo verso i sopravvissuti di ricostruire le loro case e le loro vite. Ma che ne sarà della sua casa e della sua vita?

Kai ha bisogno di aiuto. Il danno inflittogli va oltre le cicatrici di quando è stato torturato, ma guarirlo potrebbe richiedere a Lysander più di quanto lui sia in grado di dare. Di una cosa è certo: Tam e Kai non saranno mai più messi in pericolo a causa della sua posizione, anche se salvarli significasse liberarli.

Tutto quello che Lysander vuole è essere lasciato in pace. Riprendersi dagli orrori subiti per mano dei suoi nemici. Ma con la pressione che si accumula da ogni angolo, la pace è l’ultima cosa che può trovare. Soffocato dal senso di colpa, comincia a perdere il controllo. Come può tenere tutti i pezzi insieme, quando dentro sta crollando?

 

“Desideravo quasi poterglielo davvero dire. Lasciare uscire tutto. Il sollievo, dopo aver portato quel peso così a lungo, sarebbe stato enorme. E un giorno l’avrebbero scoperto, tutti quanti. Quando il vecchio Thirsk fosse infine trapassato, qualcuno avrebbe dovuto ereditare il regno. Ma fino a quel giorno, meno persone sapevano, più al sicuro eravamo tutti”

Dopo la storia dello schiavo Tam e quella dell’ex soldato nemico Kai, ora siamo a quella del padrone Lysander, finora rimasto quasi sullo sfondo, un uomo all’apparenza distante e sfuggente ma che in questa conclusione riusciamo finalmente a conoscere, scoprendo i suoi sentimenti e i suoi segreti.

La distruzione della loro casa a Otiz, unita alla prigionia e alle torture, hanno segnato tutti e tre protagonisti seppure in modo diverso, minando la loro pace e i loro sogni.

Tam sembra quello di sempre, desideroso di tornare alla tranquilla vita di un tempo e di scordare tutte le traversie passate; Kai invece ha perso la poca sicurezza conquistata in tre mesi di amorevoli cure da parte del padrone e di Tam, le sue cicatrici un perenne ricordo delle torture subite e un’ulteriore fonte di insicurezza nella loro insolita relazione, in cui si sente non solo l’ultimo arrivato ma anche un uomo imperfetto e ora forse anche inutile come semplice schiavo di piacere.

Il padrone è provato dalla prigionia anche se all’apparenza è sempre forte e determinato, pronto a tornare alla sua casa e ricostruirla insieme alla città, ma nonostante nel profondo sia segnato dalle subdole torture mentali subite, le ferite e le sofferenze dei suoi compagni lo hanno reso ancora più determinato a procedere nel suo piano originario: provvedere al futuro dei suoi due schiavi, liberandoli e mettendoli al sicuro, anche se lontano da lui.

Con l’arrivo di due altri personaggi, la moglie di Lysander, Neemah e il di lei amante Caspar, capitolo dopo capitolo la storia passata ci viene narrata e la verità sul principe nascosto finalmente svelata; purtroppo la verità porta anche la consapevolezza di un triste e sempre più vicino destino per Lysander e sua moglie, legati fin da piccoli da amicizia, complicità e affetto ma anche da segreti, intrighi e un matrimonio triste e sbagliato.

Ho amato tanto il personaggio di Caspar, un uomo forte ma anche romantico e gentile, mentre non ho apprezzato del tutto Neemah, almeno non fino alle ultime pagine, una donna forte e decisa, all’apparenza spietata e sarcastica, innamorata da tutta la vita di Caspar ma decisa sempre a fare la cosa giusta, pronta al sacrificio per il bene del regno nonostante tutto.

Lysander è pieno di tormenti, dubbi e profondi sensi di colpa verso tutti: la moglie, Caspar, il suo erede e i suoi amatissimi Tam e Kai; è generoso e pronto a tutto per coloro che ama ma è insicuro e forse troppo arrendevole verso il destino avverso che incombe su di lui: riuscirà finalmente a lottare per ottenere ciò che il suo cuore desidera?

Avvincente e bel finale per una saga insolita, un giusto mix tra avventura e fantascienza, sensualità e romanticismo, tra aspre battaglie tra eserciti e altrettante battaglie mentali: piaciuto moltissimo e consigliato.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 giugno 2019 da in Fantasy, M/M/M/, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: