Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “INTRIGHI A DARKSTONE” di Serena Lilyen – 14 Agosto 2019

TITOLO: Intrighi a Darkstone
AUTORE:  Serena Lilyen
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Storico
EBOOK: Si 
PAGINE: 311
DATA USCITA: 14 Agosto 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Basso
LINK PER L’ACQUISTO: Intrighi a Darkstone

TRAMA: Inghilterra, Anno del Signore 1052. Kelan di Darkstone ha ormai deciso di prendere i voti e lasciarsi alle spalle la sua vita laica. Almeno finché non giunge un messaggero che lo informa della morte del padre e della scomparsa del fratello. Kelan è perciò costretto ad abbandonare il monastero per fare ritorno a Darkstone, dove è cresciuto e da dove è fuggito.
Kelan, tuttavia, non ha alcuna intenzione di diventare duca, per cui si getta nella disperata ricerca del fratello, che crede ancora vivo. Nonostante la madre lo spinga a prendersi le sue responsabilità, sposarsi e generare un erede – per evitare che il feudo cada nelle mani della velenosa moglie incinta di Finn, Kelan non intende arrendersi.
Ad aiutarlo c’è Ryan Campbell, giovane figlio dello stalliere Sam, che era come un padre per Kelan. Ryan non vede di buon occhio Kelan e tutti i nobili come lui, ma, dopo la morte sospetta del padre, accetta di indagare assieme a Kelan per scoprire cosa sta succedendo all’interno delle mura del castello.
Tra intrighi, spie e tradimenti, i due indagheranno per scoprire la verità ed evitare che altre vite vengano spezzate. Non possono fidarsi di nessuno, se non di loro stessi, e questo li porterà più vicini di quanto avrebbero mai pensato. La passione tra di loro divampa, ma Kelan non vuole mancare di rispetto al suo vecchio amico Sam, nonostante l’attrazione per Ryan sia ogni giorno più forte.
Riusciranno i due a scoprire il mistero che si cela dietro la scomparsa di Finn, prima che sia troppo tardi?

 

Kelan di Darkstone si è rinchiuso in un monastero, più che per vocazione, per allontanarsi dalla sua vita, in particolare dal padre despota e manipolatore, ma a causa della sparizione del fratello maggiore viene richiamato all’ovile per prendere in mano le redini del feudo di famiglia.

Kelan però non vuole diventare il nuovo Duca di Darkstone, prendere moglie, generare un erede e portare avanti il titolo, e per questo inizia le ricerche del fratello nella speranza di ritrovarlo vivo. Non potendolo fare di persona, troverà aiuto in Ryan Campbell, il figlio di Sam lo stalliere, che per Kelan è stato una figura paterna più del proprio padre, e proprio a lui darà il compito di trovare il fratello maggiore.

Ryan però è molto prevenuto su Kelan e su tutti i nobili, ma la possibilità che la morte del vecchio Duca non sia stato un semplice caso, lo spinge ad accettare di aiutarne il figlio, nonostante la sua antipatia per lui. Scopre così che forse non tutti i nobili sono uguali, e Kelan in particolare si rivela una persona gentile e premurosa, che farà breccia nel suo cuore.

Così tra attentati, sotterfugi, spie e vecchi rancori, si scoprirà chi sta tramando per impadronirsi di Darkstone uccidendo chiunque si metta sulla sua strada. La storia d’amore tra Kelan e Ryan si sviluppa molto lentamente all’inizio, sia per la reticenza di Kelan nei confronti del figlio dell’uomo che stimava più del proprio padre, sia per la diffidenza di Ryan nei confronti del giovane Duca, ma poi si evolve velocemente, quasi senza scossoni.

Dalla sinossi mi aspettavo un racconto più avvincente, viste le ricerche dei protagonisti per risolvere il mistero, in realtà le cose si risolvono quasi da sole. Ho trovato l’approfondimento dell’ambientazione abbastanza superficiale, quasi ci si dimentica in che periodo storico ci troviamo (e in uno storico ritengo sia fondamentale); non sono riuscita a respirare l’aria medievale come mi è capitato leggendo invece altri romanzi ambientati nello stesso periodo, poi ho trovato un’incongruenza importante e inoltre anche le interazioni tra i personaggi di sesso maschile e femminile mi sono sembrate troppo moderne per il periodo storico, ma ovviamente potrebbe essere stata solo una percezione personale. Tutto questo comunque mi ha lasciato diverse perplessità.

Riamane comunque una lettura scorrevole, senza troppi drammi, per passare qualche ora a scoprire il cattivo di turno e su come i nostri eroi riusciranno a trovare il loro lieto fine insieme.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 agosto 2019 da in Recensione, Romance, Storico con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: