Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “VILLEROUGE” di Enys LZ – 2 Ottobre 2019

TITOLO: Villerouge
AUTORE: Enys LZ
CASA EDITRICE: Lux Lab
GENERE: Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 280
PREZZO: 3,99 su Amazon
DATA USCITA: 2 Ottobre 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
LINK PER L’ACQUISTO: Villerouge
 

TRAMA: Villerouge è un paesino qualunque abbarbicato sul pendio di una montagna qualunque dove non succede mai niente.
Tranne che in autunno, quando i boschi attorno a Villerouge si colorano di tutte le calde sfumature del rosso. Ecco che allora i turisti scoprono la bellezza primitiva di quei luoghi incontaminati e portano con loro movimento, aspettative, novità. Il paese torna a vivere.
L’autunno è bellissimo a Villerouge.
Ma il giorno in cui Scott vede Zeph per la prima volta non è autunno.
È primavera. Una primavera piovosa, fredda e noiosa.
Nessuno arriva a Villerouge in primavera.
Nessuno tranne Zeph, che non è il suo vero nome.
E che forse sta fuggendo da qualcosa e sulla strada di Scott ci è solo capitato per caso.

 

Avete presente quei momenti in cui tutto sembra andare storto e destinato a portarvi in un abisso senza fondo? In cui l’unica cosa che cercate è una piccola distrazione che possa permettervi di staccare la spina e vi permetta di respirare, senza pensieri e preoccupazioni? Ebbene, questo libro è stata proprio quella piccola distrazione di cui avevo disperatamente bisogno. Una lettura poetica, emozionante e coinvolgente che mi ha permesso di trovare un po’ di pace nell’incredibile caos della mia vita.

Ci troviamo nell’incantevole cittadina boschiva di Villerouge in cui la vita scorre tranquilla e senza imprevisti, lontana dal caos della città, un paesino in cui tutti nel bene o nel male si conoscono e collaborano per il benessere della comunità. Scott è uno dei suoi abitanti, un barista che ha messo da parte il suo sogno di fare musica per dedicarsi a un’esistenza serena e pacifica; ha un migliore amico, Jason, che lo supporta dall’adolescenza e con cui condivide un’amicizia indissolubile e una relazione di sesso occasionale. L’uomo conduce una vita semplice, almeno fino a quando il destino non decide di metterci lo zampino facendo comparire sulla sua strada il giovanissimo Zeph.

Una notte si ritrova questo ragazzo affamato e infreddolito nel bosco vicino alla sua tenuta e con il suo altruismo non esita a offrirgli un aiuto e un riparo sicuro, prendendo una decisione destinata a cambiare per sempre il destino di entrambi. Nel corso della storia assistiamo alla creazione di un rapporto speciale e intenso tra i due, fatto di rispetto e soprattutto di attenzione. Scott è attentissimo a ogni singolo dettaglio di Zeph e capisce che non può avvicinarsi troppo a lui in un colpo solo, ha bisogno di dargli spazio e supporto, lasciando che sia il ragazzo a prendere la sua mano. Zeph è infatti un’anima tormentata, un giovane in fuga che nasconde se stesso dietro uno pseudonimo, è terrorizzato dal contatto fisico e si sente perso, convinto di non essere destinato alla felicità per colpa della sua diversità.

Per entrambi è l’inizio di un viaggio alla riscoperta di se stessi, un viaggio che li porta ad avvicinarsi sempre di più, a confrontarsi, a consolarsi e a riscoprire emozioni ormai dimenticate da anni. Ho amato il modo in cui il rapporto si crea, la dolcezza infinita di Scott e la fragilità di Zeph e il loro completarsi a vicenda ma non è stato solo il loro rapporto d’amore a colpirmi, non sono stati solo loro a rubarmi il cuore ma anche Jason. Jason è l’amico sincero di cui tutti avremmo un disperato bisogno, il ragazzo che con una battuta ti risolleva la giornata, che ti mette al primo posto, che sa sempre quello che pensi, che ti capisce al primo sguardo e soprattutto l’amico che è disposto a tutto per renderti felice, pure a vederti andare via tra le braccia di un altro uomo. L’amicizia tra Jason e Scott è intensa, è un’amicizia che rappresenta perfettamente l’amore, un amore “puro” basato sul rispetto, sull’affetto e sulla fiducia.

Fin dal primo momento ho sentito una forte connessione con questo romanzo, non è stato difficile innamorarmi dei personaggi, delle sensazioni, delle emozioni e dell’ambientazione descritta con cura e attenzione a tal punto da spingerti a desiderare con tutto il cuore di poter percorrere quelle stradine e prendere una tazza di caffè al Red Alert in buona compagnia. L’autrice ha dimostrato di avere uno stile maturo che la rende capace di descrivere il magico mondo di Villerouge e dei suoi abitanti. Un lavoro eccellente che si unisce a una trama emozionante, improntata non tanto sui colpi di scena teatrali ma piuttosto sullo sviluppo dei personaggi, sulla loro evoluzione e sul rapporto di amore e amicizia che li lega indissolubilmente gli uni agli altri.

Un libro arricchito da preziose illustrazioni della talentuosa Daniela Barisone e che ti strega e incanta al punto da spingerti a leggerlo in pochissimo tempo e mi sono ritrovata a desiderare che il mio viaggio non finisse mai. Un libro che riesce a tenere alta l’attenzione dall’inizio alla fine che emoziona nel profondo senza risultare mai banale e che riesce a donare infinita gioia ed è proprio tra i sorrisi e le lacrime che non posso non consigliarvelo caldamente, se siete come me alla ricerca di qualcosa di speciale, se volete un romanzo in cui ogni gesto, ogni parola, ogni piccolo passo conta davvero, allora non potete assolutamente farvelo scappare!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 ottobre 2019 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: