Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “CUORI ALL’INFERNO” – Serie Nero di Cuori #1 – di Eliana Matana Ruggiero – 24 Ottobre 2019

TITOLO: Cuori all’infermo
AUTORE:  Eliana Matania Ruggiero
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE:  Contemporaneo
E-BOOK:
SERIE: Nero di cuori #1
PREZZO: € 2,99 su Amazon (Disponibile su Ku)
USCITA: 24 Ottobre 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Quattro ragazzi, due coppie, ma due destini diversi.

Miki, un giovane inglese dalla particolare intelligenza, dopo aver vissuto fino agli undici anni prigioniero di trafficanti d’organi, vive i successivi dieci in un istituto psichiatrico, convinto d’essere stato adottato da Sherlock Holmes.
Grazie agli psicofarmaci si risveglia dall’illusione, ma la mancanza di quella falsa famiglia e la convinzione di perdere lucidità lo portano poi a fingere di assumere i medicinali e a scappare dall’istituto, iniziando così una lotta interiore contro i fantasmi di ricordi fittizi.

Silvano, uno studente del corso di criminologia della Bicocca di Milano, affascinato da Miki, che gli darà l’opportunità di fare uno stage sul campo, catapultandolo nell’indagine per scovare l’assassino di Giorgio.

Giorgio, un ragazzo trovato morto, ucciso e abbandonato sotto il ponte della Bovisa, come un panno sporco, la cui unica colpa, forse, è essere gay.

Luca, il cui amore timido e incondizionato per Giorgio può trasformarsi in salvezza o dannazione.

Tra incubi, sogni, speranze, solitudine, passione, amori sani e amori malati, nuovi amori e nuove scoperte di sé, Miki cercherà di risolvere questo caso e anche lo strano intricato puzzle che è la sua stessa vita.

 

Secondo libro che leggo di questa autrice e seppur molto diverso per genere, tematiche e sviluppo, ho apprezzato molto questa lettura che con qualche accorgimento sarebbe potuta diventare ancora più godibile. Ma andiamo con ordine. Non aspettatevi un romance perché non ne ha assolutamente le caratteristiche. Trattasi invece di un bel romanzo dalle tinte thriller, con temi controversi, in cui i personaggi sono costretti a rovistare nel torbido e scoprire delle realtà che mai avrebbe voluto vedere.

Attraverso più livelli temporali, un passato che arriva a una quindicina di anni addietro per poi avvicinarsi sempre più al presente, la trama ci presenta più storie parallele, che si intrecciano e incastrano, a partire dalla storia drammatica di Miki, un ragazzo inglese costretto fin dalla più tenera età a una prigionia per lo sfruttamento e la compravendita di organi, da cui riesce fortunatamente a scappare ma che gli ha lasciato un trauma così grande e pervasivo da averlo catapultato in una realtà che è solo nella sua testa, una realtà e una vita in cui è figlio di Sherlock Holmes e di Irene, e fratello della piccola Mary.

Dopo la fuga è stato ricoverato per anni in un ospedale psichiatrico ma anche in questo caso la fuga è inevitabile e lo ritroviamo nel presente come uno studente universitario, geniale nel suo essere fuori dagli schemi, che combatte ancora con quella realtà che sa essere vera solo nella sua mente. All’università però incontra Silvano, un altro studente, di cui diventa amico e amante e la sua storia finisce per intrecciarsi a quella di altri due giovani, Luca e Giorgio, quest’ultimo vittima di un controverso omicidio su cui indaga proprio il padre di Silvano, il quale prende Miki come stagista, grazie al suo intuito e alla sua straordinaria capacità di osservazione.

Quattro ragazzi, quattro personaggi molto diversi tra loro, ben caratterizzati, ognuno con i propri pensieri che finiscono per diventare una storia corale, un intreccio ben riuscito in una storia drammatica e violenta, che ci fa scoprire un sottobosco di violenza e sopraffazione, di manipolazione mentale da parte di chi meno te lo aspetteresti.

Miki e Silvano sono i personaggi in qualche modo che occupano la scena principale perché oltre all’investigazione, sono protagonisti anche di una nascente storia d’amore, nata molto naturalmente e che non risente nemmeno della lotta continua di Miki contro i propri demoni. Silvano infatti riesce a capirlo, a supportarlo, a non deriderlo o crederlo pazzo.

Luca e Giorgio sono i protagonisti invece di una storia torbida e dai risvolti tragici, Giorgio viene tratteggiato come un personaggio fragile, con dei problemi enormi di autostima e di depressione, di cui scopriremo alla fine una realtà ben più drammatica di quella immaginata; Luca è il personaggio forse meno caratterizzato, che segue la scia di Giorgio, che diventa il capro espiatorio per giustificare una tragedia inspiegabile e che invece è stato solo estremamente sfortunato nell’aver perso così presto la persona con cui pensava sarebbe potuto nascere qualcosa di importante.

Due storie, come racconta la sinossi, che prendono due strade molto diverse, che sono intrecciate ma che alla fine hanno un epilogo totalmente opposto.

Come accennavo all’inizio, questo libro sarebbe potuto essere un vero gioiellino se avesse avuto una forma più pulita, purtroppo ho constatato tutta una serie di problemi formali identici all’altro libro, riguardanti una punteggiatura addirittura mancante nel caso dei discorsi diretti che rende la lettura in alcuni punti un po’ caotica. Un vero peccato perché per l’appunto la storia è davvero ben fatta.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: