Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E CULTURA… ITALY BARES

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, questa settimana parleremo di teatro e di un progetto nato 27 anni fa in America grazie a Jerry Mitchell: Broadway Bares. Il 12 ottobre scorso lo spettacolo è arrivato anche in Italia con il titolo Italy Bares.

 

Broadway Bares nasce 27 anni fa in America grazie a Jerry Mitchell, uno dei più noti registi e coreografi di Broadway, come risposta artistica della comunità teatrale alla violenta crisi provocata da HIV e Aids. Il progetto prevedeva solo otto ballerini sul palco di un club di Manhattan, e anno dopo anno è cresciuto e ha visto la partecipazione di numerose star e performer internazionali provenienti non solo dal mondo della danza contemporanea, diventando il charity show più importante d’America per le battaglie contro l’Aids. Infatti la finalità di Broadway Bares, attraverso spettacoli in cui i ballerini danzano quasi completamente nudi, è stata da sempre quella di sensibilizzare e raccogliere fondi da investire per la prevenzione e la ricerca relativa al mondo dell’Aids.

Grazie a questo progetto in America sono stati raccolti oltre 285 milioni di dollari per la causa, e la stessa iniziativa è stata adottata qualche anno dopo anche a Londra, dando origine a West End Bares.

 

 

Quest’anno, grazie all’idea di Giorgio Camandona, attore, danzatore e coreografo professionista che da molti anni lavora nel panorama del musical, è nato il progetto Italy Bares che vuole far crescere anche in Italia quest’iniziativa creando uno show finalizzato a sensibilizzare e ad appassionare il pubblico, rispetto a un tema troppo spesso sottovalutato e poco trattato.

Nasce così La Prima Volta, spettacolo andato in scena a Milano al Teatro Principe il 12 ottobre scorso, che vede tra i protagonisti Guglielmo Scilla, Diego Passoni, Jonathan Bazzi e Francesca Taverni, ad affiancare il team artistico già composto da alcuni tra i migliori performer di musical italiani.

La regia di La Prima Volta è stata curata da Mauro Simone, già alla direzione di spettacoli come Grease con la Compagnia della Rancia, Tre Metri Sopra il Cielo e Robin Hood, docente presso lo IED di Milano e vicedirettore presso l’accademia professionale BSMT di Bologna. La direzione musicale è stata affidata a Elena Nieri e Antonio Torella, mentre le coreografie sono state curate da Anna Rita Larghi, Alessandra Costa, Mauro Savino e Manuel Frattini. Quest’ultimo ha contribuito all’ideazione di alcuni numeri e nel giorno dello spettacolo è venuto a mancare prematuramente all’età di 54 anni a causa di un arresto cardiaco.

 

Come nel primo spettacolo di Broadway Bares, sul palco di La Prima Volta si sono esibiti otto ballerini quasi completamente nudi e personaggio principale dello spettacolo è stato Guglielmo Scilla, coinvolto in numeri musicali, coreografie, letture e incontri con altri artisti in un’alternanza tra momenti di grande ilarità e situazioni riflessive. Il tutto ha accompagnato lo spettatore in un viaggio attraverso la coscienza, portando in superficie paure, consapevolezze, pregiudizi e vergogna rispetto alla tematica dell’HIV.

La Prima Volta parla delle prime volte, da qui il titolo, di ognuno di noi: il primo bacio, il primo giorno di scuola, la prima lezione di danza, il primo rapporto d’amore, la prima volta in cui qualcuno scopre di avere l’Aids o ha avuto un rapporto con una persona sieropositiva. La Prima Volta parla di quelle prime volte che portano con sé entusiasmi, paure, timori, desideri, aspettative e in tutto questo il pubblico ha potuto riconoscersi e imparare a spogliarsi dei pregiudizi e delle paure.

 

 

 

Lo spettacolo è stato patrocinato dal Comune di Milano e l’intero ricavato devoluto ad ANLAIDS Sezione Lombardia e ad ANLAIDS Sezione Liguria a sostegno del progetto IO (C’)ENTRO, dove la persona e le sue relazioni sono al centro dell’iniziativa.

Ad affiancare e sostenere la messa in scena di Italy Bares c’era la Compagnia della Rancia, primo gruppo teatrale specializzato nella produzione di musical in Italia e inoltre sono stati realizzati dei calendari messi in vendita da Italy Bares sempre a favore della causa di ANLAIDS.

 

 

 

 

Vi lascio con alcune immagini.

         

 

 

FONTI: https://www.dancehallnews.it/arriva-in-esclusiva-in-italia-con-il-progetto-italy-bares-la-prima-volta-performer-nudi-contro-laids/

http://giornaledelladanza.com/home/italy-bares-la-prima-volta-al-teatro-principe-di-milano/

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 novembre 2019 da in arte e cultura con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: