Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL SOLE E LA LUNA INSIEME” di Rossella Adelini – 23 Ottobre 2019

TITOLO:  Il sole e la luna insieme
AUTORE:  Rossella Adelini
CASA EDITRICE: Officine Milena
GENERE:  Storico FF
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
PAGINE: 71
USCITA: 23 Ottobre 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
LINK PER L’ACQUISTO:   Il sole e la luna insieme

TRAMA: Venezia, 1937. Greta Biasin è una giovane soprano dall’animo tormentato. Figlia del più famoso psichiatra della Laguna, vive la sua vita all’ombra soffocante del padre. Sarà la storia con la pittrice Anna a donare alla ragazza l’amore di cui ha bisogno, mostrandole così una vita diversa e serena, in cui poter realizzare davvero se stessa e il suo canto. La felicità, tuttavia, vacilla e si strappa quando la madre della cantante scompare improvvisamente, lasciando Greta nel limbo dell’incertezza e del sospetto: di chi potrà fidarsi, adesso? Riuscirà a proteggere la donna che ama?

 

Il sole e la luna insieme è un libro che ho letto tutto d’un fiato, che mi ha letteralmente rapito con le sue parole delicate e leggere, con una storia che mi ha incuriosito e intrigato dall’inizio alla fine e che rappresenta una lettura potente nella sua semplicità.

Ambientata negli anni trenta del novecento, appena prima che si istaurasse il regime ma in cui si potevano già immaginare gli effetti catastrofici che si sarebbero verificati, la storia ci racconta di Greta, figlia di un eminente psichiatra schierato politicamente e con idee ben precise sui ruoli separati di uomini e donne; una ragazza che cresce all’ombra di quel padre dispotico e verbalmente violento, e di una madre remissiva, incapace di tenere testa al marito e di rappresentare una figura forte per la sua unica figlia.

Crebbi prendendo da lei più amore di quanto ne avesse per sé e, al contempo, con ciò che mio padre non riusciva a darmi: un amore ricambiato, capace di vedere al di là di quelle che erano le mie fattezze. L’amore di un padre per sua figlia, oltre che per la figlia di sua moglie.

Greta diventa soprano, l’unica professione accettata per lei, in quanto unica figlia femmina e inizia a girare il mondo, calcando i teatri e facendo l’unica cosa in grado di portarle gioia nella vita: cantare.

In una di queste occasioni però incontra Anna, pittrice che desidera con tutto il cuore poter esibirsi alla Biennale ma scoraggiata dal suo essere donna e non poter accedervi, proprio in virtù del suo genere. La scoperta di quella voce così ammaliante diventa un’ossessione per Anna, l’attrazione è immediata e viscerale e si tramuta in dediche d’amore che sembrano provenirle direttamente dall’anima.

Greta, la bellezza della tua voce fa di me un’anima sospesa, fluttuante. La perfezione dei tuoi tratti mi riporta sulla terra. E ora… chiudo gli occhi e sogno di noi.

La loro storia diventa una trasgressione inevitabile, con mille sotterfugi che però non bastano per arginare quel padre padrone che vuole disporre della vita della propria figlia proprio come ha sempre fatto con quella della moglie e le due donne si scontrano con un mondo che le vuole “normali”, accasate con degli uomini, con “professioni femminili” e che non osino contraddire un uomo.

La storia è delicata, la scrittura è leggera e coinvolgente, le due protagoniste sono caratterizzate in maniera estremamente realistica e anche se le vediamo attraverso livelli temporali diversi, con due narrazioni che sembrano distanti, è percepibile il loro amore, la loro devozione, la loro ribellione verso una società maschilista in cui le donne erano ancora relegate a ruoli minori se non addirittura nascoste dietro il focolare domestico. Due donne che si ribellano a una società patriarcale che vuole la donna sottomessa ma sempre disponibile, due donne che sfidano l’autorità all’epoca conosciuta per amarsi.

Nonostante la narrazione delicata, rimane comunque un sottofondo drammatico, straziante, crudele con queste due donne che vorrebbero soltanto amarsi e stare insieme, e ho trovato il finale appropriato per come l’autrice ha voluto affrontare questa storia, un diverso epilogo sarebbe stato poco realistico ma lascio giudicare a voi.

Ve lo consiglio se cercate una storia tormentata ma scritta in maniera egregia.

 

2 commenti su “RECENSIONE: “IL SOLE E LA LUNA INSIEME” di Rossella Adelini – 23 Ottobre 2019

  1. Gina
    29 dicembre 2019

    Libro fantastico, stupendo, una storia di altri tempi ma con temi odierni. La descrizione dei personaggi e degli ambienti fa vivere la storia in prima persona. Complimenti Rossella hai tanta stoffa! Consigliatissimo 🌛☀️

    "Mi piace"

  2. Gina
    29 dicembre 2019

    Il sole e la luna insieme. Libro favoloso. Consigliatissimo. Rossella ha saputo portarci indietro nel tempo con un romanzo tanto drammatico quanto affascinante! La descrizione dei luoghi e dei personaggi ci fa vivere questa storia in prima persona, ci fa toccare con mano la purezza dei sentimenti.. Decanta l’amore dalle mille sfaccettature. una vera promessa Rossella Adelini.. COMPLIMENTI! ☀️🌙

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 novembre 2019 da in F/F, Recensione, Romance, Storico con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: