Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

REVIEW PARTY: RECENSIONE de “BROKEN” di Nicola Haken – 25 Novembre 2019

Tre libri sopra il cielo è orgogliosa di partecipare al Review Party per l’esordio in Italia di Nicola Haken e il suo libro Broken. Per la nostra Rowen è un grandissimo SI’. Buona lettura quindi e non perdetevi le recensioni degli altri blog partecipanti!
TITOLO:  Broken
TITOLO ORIGINALE: Broken
AUTORE: Nicola Haken
TRADUZIONE: Alice Arcoleo
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
GENERE:  Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 4,49 sui maggiori store e sito editore
PAGINE: 352
USCITA: 25 Novembre 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTO: Broken – EDIZIONE ITALIANA-

TRAMA: Quando Theodore Davenport decide di smetterla con i lavori banali, e intraprendere una vera carriera, entra con entusiasmo alla Holden House Publishing, determinato a ottenere ciò che vuole. Tutto va secondo i piani: prende confidenza con il suo ruolo, conosce nuovi amici e sogna di arrivare al successo. Finché non conosce James Holden, amministratore delegato della Holden House.

James Holden non riesce a smettere di pensare all’incontro della settimana precedente con un ragazzo timido, nel bagno di un club, e non appena scopre che l’uomo che tormenta i suoi sogni è uno dei suoi impiegati, non può evitare di rincorrerlo.

Solo per divertirsi… è questo che James ripete a se stesso. Non può affezionarsi a qualcuno che non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti, perlomeno non quando avrà scoperto il suo segreto. James crede che nessuno meriti il fardello di essere legato a lui. È un uomo complicato. Danneggiato. Difficile. Problematico.

Spezzato.

Theodore sarà abbastanza forte da affrontare i demoni di James? Domanda ancora più importante… lo sarà James?

 

“La mente è lo strumento più potente della nostra vita … e il più fragile”

Questa frase riassume il cuore del libro, il cui protagonista è James Holden, o meglio la sua mente e i demoni che vi albergano e contro cui combatte da tutta la vita. Non ci troviamo tuttavia di fronte a un uomo perso, debole e chiuso in se stesso, anzi, James è un uomo di successo a capo di una grande casa editrice, un uomo arrogante e uno stakanovista indefesso tutto dedito al lavoro, un uomo che non perde tempo in relazioni di nessun genere, se non per togliersi qualche prurito.

Theodore è tutto l’opposto; tranquillo, solare e socievole, con pochi amici ma di quelli molto buoni, è un uomo da relazioni e non da incontri di una sera, con una passione per la scrittura e qualche libro auto pubblicato sotto falso nome. Dopo vari lavori precari decide di concentrarsi sulla sua carriera e inizia a lavorare alla Holden House Publishing e, anche se deve iniziare dalla gavetta, lo fa comunque con entusiasmo iniziando subito a prendere confidenza con i colleghi e l’ambiente di lavoro. Quando però conosce l’amministratore delegato della Holden tutto il suo mondo cambia prospettiva, anche perché si erano già “conosciuti” in un club dove avevano consumato un rapporto tanto veloce quando inaspettato, soprattutto per Theodore, giovane non avvezzo a comportamenti così promiscui.

Inizia così una strana frequentazione tra i due, una specie di corteggiamento da parte di James, incuriosito dal fatto che Theodore sembra vedere delle parti di lui che nessuno vede mai, parti che in realtà lo fanno soffrire molto. James infatti vive una vita solo in apparenza bella e di successo, sembra avere tutto sotto controllo ma, ed è un ma enorme, nel privato intravediamo un’altra persona, a volte ostaggio di ombre che lo portano troppo vicino al baratro.

Theodore però ha qualcosa che fa sentire James meglio, lo fa stare bene e sembra attenuare quell’oscurità, anche se questa rimane ai margini sempre pronta ad afferrarlo.

Dovranno affrontare un percorso lungo e molto difficile, a tratti terribilmente doloroso, ma che alla fine li porterà ad avere un lieto fine che è perfetto per loro, anche se non luccicante come ci si aspetterebbe.

Una storia molto intensa, con argomenti forti e devo dire sempre più attuali che ci danno uno scorcio su cosa la nostra mente possa fare contro di noi, uno strumento potentissimo che in alcuni casi è assolutamente devastante. Ho apprezzato molto il fatto che l’argomento sia stato trattato senza giudizi e con molta delicatezza, sottolineando che con il giusto supporto di amici e famigliari si possa creare quella rete di sicurezza che aiuta ad affrontare i momenti neri di chi affronta questo tipo di disturbi, che a volte non passano mai, ma che con amore, accettazione e condivisione si possono affrontare e conviverci. Consigliato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 novembre 2019 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: