Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “MEZZOLUPO” di Jay Northcote – 5 Dicembre 2019

TITOLO: Mezzolupo
TITOLO ORIGINALE: The Half Wolf
AUTORE: Jay Northcote
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti per Quixote Translations
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Paranormal
EBOOK: Si
PAGINE: 250
DATA USCITA: 5 Dicembre 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Compagno, famiglia, branco, casa… riusciranno Quinn e Kellan ad avere tutto quanto?

Quinn è cresciuto con la sensazione di essere fuori posto nella piccola città che chiama casa. Si strugge per il desiderio di qualcosa a cui non riesce a dare un nome, e si è sempre sentito diverso, ma senza mai sapere il perché.

Kellan fa parte di un branco di mutaforma nomadi. Quando si accampano nei boschi vicino alla città di Quinn trovano degli umani poco amichevoli, e sospettosi nei confronti dei nuovi arrivati. Nell’istante in cui Kellan vede Quinn, e soprattutto lo fiuta, capisce che è speciale. Ma per la prima volta in vita sua non si può fidare dei propri istinti. Quinn è umano, e lui è un lupo mutaforma, quindi come potranno mai essere compagni?

I due legano in maniera immediata ed esaltante, e a Quinn si spezza il cuore nel sapere che il loro rapporto può soltanto essere temporaneo. L’amore non è abbastanza, dato che le leggi del branco proibiscono ai mutaforma di accoppiarsi con gli umani. Fra il branco e gli umani esplode la tensione, e quando scopre su se stesso una sconvolgente verità in grado di cambiare ogni cosa, Quinn teme che gli toccherà scegliere fra l’unica vita che abbia mai conosciuto e l’uomo che ama.

 

Le storie sui mutaforma, e il fantasy in generale, mi hanno sempre affascinato, se poi ci sono sentimenti forti, passione e qualche ostacolo all’apparenza insormontabile allora hanno tutti gli ingredienti giusti per farsi leggere.

Quinn è un ragazzo timido e solo, lavora nel negozio della zia che l’ha cresciuto dopo la morte dei suoi genitori, non ha amicizie tranne Tash, la sua migliore amica, e sente che gli manca qualcosa, vorrebbe trovare qualcuno da frequentare ma non ci sono molte opportunità nella piccola cittadina in cui vive, e perciò quando Kellan entra nel suo negozio spera di poterlo conoscere meglio.

Kellan è un ragazzo forte e sicuro di sé, gioviale e dal sorriso pronto; con il suo branco di mutaforma nomadi si è accampato nei boschi alle porte della piccola cittadina di Quinn e ora è in paese in cerca di lavoro. Dopo numerose risposte negative, è proprio Quinn a indirizzarlo verso una quasi sicura assunzione e questo sarà poi il pretesto per tornare al negozio a ringrazialo. Avrà così inizio alla loro amicizia “con benefici”, perché entrambi sanno che sono proibite le relazioni tra umani e mutaforma e sarà quindi solo una cosa temporanea.

Purtroppo a complicare le cose ci si metterà l’ostilità dei cittadini che non vedono di buon occhio i mutaforma e quando inizieranno a verificarsi degli episodi sospetti punteranno il dito proprio verso di loro, aumentando la tensione e la diffidenza. Quinn vi si troverà suo malgrado in mezzo, non è ancora pronto a rinunciare a Kellan perché sente che sta diventando sempre più importante e anche Kellan sembra ricambiare. Dovranno lottare contro i pregiudizi e la diffidenza degli umani verso i mutaforma, ma anche di alcuni mutaforma verso gli umani, oltre che dal divieto di legarsi tra loro.

In questo romanzo i mutaforma fanno parte della società, anche se non hanno alcuni obblighi verso lo stato e non ne sono del tutto tutelati; non devono tenere nascosta la loro natura come in altri romanzi di questo tipo ed è sì presente il legame e il richiamo del compagno ma è più una scelta della persona giusta che un’imposizione a opera di chimica e ormoni, e anche qui il richiamo del cuore, passatemi il termine, si cementa con il morso durante il sesso come nella miglior tradizione di questo genere di libri.

Tutto il libro è farcito da dolcezza, amore e calda passione, abbiamo anche un po’ di mistero su chi stia agitando le acque tra umani e mutaforma e anche su Quinn ce ne sarebbe da dire ma non voglio farvi spoiler… insomma tutto questo rende la lettura scorrevole e intrigante, anche grazie a personaggi principali ben delineati e personaggi secondari che completano e arricchiscono la trama.

Unico appunto che posso sollevare, ma dettato solo dal mio amore per i dettagli, è che avrei voluto un po’ più approfondita la parte riguardante i mutaforma, in particolare i motivi e le cause delle guerre passate tra umani e mutaforma, come anche qualche nozione in più sulla loro gerarchia. Tuttavia questa sottigliezza nulla toglie al libro, che rimane una lettura bella e dolce, che affronta il tema della paura e dell’odio del diverso facendoci capire che sforzandoci di comprendere e conoscere gli altri scopriremmo che sono persone come noi, che vogliono amare ed essere accettati per come sono. Consigliato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 dicembre 2019 da in Paranormal, Recensione in anteprima, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: