Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “L’OCCASIONE DELLA VITA” di Nora Phoenix – 10 Febbraio 2020

TITOLO: L’occasione della vita
TITOLO ORIGINALE: Time of my life
AUTORE: Nora Phoenix
TRADUZIONE: Alice Arcoleo
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PAGINE: 398
PREZZO: € 4,49 nei maggiori store e sito editore
USCITA: 10 Febbraio 2020
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
LINK PER L’ACQUISTO: L’occasione della vita

TRAMA:  Per alcune persone vale la pena uscire allo scoperto, non importa quale sia il prezzo da pagare…

Judah ha toccato il fondo. È al verde, non ha una casa, e ormai ha sfruttato troppo l’ospitalità dei suoi amici. La sua ultima possibilità è partecipare alla gara canora della trasmissione televisiva The Right Note, nella speranza di vincere. Quello che non ha messo in conto di perdere è… il suo cuore.

Un altro degli aspiranti concorrenti, Denver, sprizza gioia da tutti i pori, anche se la sua aria così spensierata nasconde l’orrore a cui è sopravvissuto. Judah è attratto da lui come da una calamita, ma non può fare coming out, soprattutto non su una televisione nazionale. Potrebbe costargli tutto.

Tuttavia, quando Denver si troverà di fronte a un problema, Judah dovrà scegliere: Denver… o la vittoria. Fare coming out… o perdere l’uomo che ama.

 

Devo ammettere di aver in un primo momento sottovalutato questo libro. Vista la trama piuttosto leggera e perfetta per uno young adult mi aspettavo di trovarmi tra le mani l’ennesimo romanzo adolescenziale condito con una storia d’amore banale e scontata, decisa a sfruttare i cliché del mondo della musica e delle ipocrisie dei talent show, invece mi sono dovuta ricredere.

L’occasione della vita si è rivelato un libro per nulla banale in cui i protagonisti e le loro emozioni la fanno da padroni, regalando non poche soddisfazioni e portando a riflessioni profonde sui rapporti umani, sulle difficoltà personali e sull’importanza di esprimere se stessi.

Questo romanzo è la storia di due anime danneggiate, due giovani che nonostante le difficoltà della vita hanno deciso di prendere in mano le redini del proprio destino. Judah è un ragazzo che ha dovuto scontrarsi con la crudeltà della propria famiglia e che per sopravvivere si è trovato costretto a rimboccarsi le maniche. Per lui la trasmissione The Right Note non è solo un trampolino di lancio ma l’unica occasione che sente di poter avere per riuscire a riallacciare i rapporti con la famiglia, per poter fare ciò che ama nella vita ed esprimere se stesso.

Denver è l’opposto di Judah; appare a tutti come un angelo, bello da togliere il fiato, con una voce armoniosa e una chitarra che vale un occhio dalla testa, un giovane che in un primo momento può apparire arrogante ma che nasconde dentro di sé un animo tormentato e segnato dal proprio passato. Al contrario di Judah ha una famiglia amorevole e presente che però non gli ha impedito di finire tra le braccia dell’uomo sbagliato, che ora lo tormenta senza pietà.

Judah e Denver sono personaggi completamente diversi eppure con la loro diversità riescono a completarsi e ad aiutarsi a vicenda. La loro non è una storia facile, non è un incontro romantico e da togliere il fiato, non è semplice lussuria, bensì una storia sofferta da entrambe le parti. L’attrazione tra i due ragazzi nonostante sia forte non è facile da affrontare, è un’attrazione piena di ansie, paure ma anche di tanto amore, un amore che l’autrice è riuscita a costruire piano piano, pagina dopo pagina, mostrandoci il lento e inesorabile avvicinamento dei due cantanti.

Ho trovato la storia dei due protagonisti molto realistica e ben strutturata in ogni minimo dettaglio, ho apprezzato soprattutto il modo in cui con delicatezza sono state affrontate le scene erotiche che coinvolgono la coppia. Non ci troviamo davanti a un erotismo fine a se stesso ma a un rapporto lento e delicato in cui ogni scena anche quella più spinta serve a mettere insieme i frammenti di un’intensa storia d’amore, a creare le basi per quella che sarà una storia salvifica, ricca di sentimenti e di speranza.

I due ragazzi sono realistici e ben caratterizzati, per nulla perfetti, pieni di luci e di ombre, due giovani come tanti al mondo che riescono a lanciare un messaggio molto forte al lettore. Troviamo affrontati infatti temi molto importanti e ahimè fin troppo attuali ai giorni nostri. Ho apprezzato moltissimo il fatto che l’autrice sia riuscita proprio tramite Denver a mostrare gli effetti devastanti che una relazione sbagliata può avere su una persona. Judah non è un medico, non è una cura miracolosa ma un primo piccolo passo verso un futuro luminoso. Allo stesso modo Denver è un aiuto prezioso per Judah, un esempio di coraggio per spingere il compagno a vivere la propria vita.

Ad accompagnarli nel loro viaggio di crescita troviamo due personaggi speciali e intriganti, i bodyguard Tim e Nathan. I due uomini mi sono piaciuti molto fin dalla prima comparsa in scena, sono simpatici e professionali, si comportano un po’ come due padri nei confronti di quei due ragazzi così simili e così diversi da loro… e spero di vederli protagonisti di un prossimo libro.

L’occasione della vita è romanzo scritto molto bene, scorrevole e ricco di scene dolci e sensuali ma anche di momenti intensi e ricchi di significato. Unica pecca secondo me? La scelta di trascurare l’ambiente musicale in cui è ambientata la storia. Nonostante abbia apprezzato la scelta di dedicarsi principalmente ai protagonisti e al loro percorso di crescita personale ho sentito la mancanza di qualcosa di più. Il programma infatti risulta essere soltanto un escamotage per far conoscere i due giovani e a parte alcune scene di fatto l’intera vicenda poteva benissimo essere ambientata ovunque. Avrei voluto vedere conoscere di più questo ambiente musicale, spesso ostile e pieno di contraddizioni, invece ci dobbiamo accontentare di qualche frecciatina sull’ipocrisia di certi show in cui l’intrattenimento supera il desiderio di giustizia, arrivando al punto di ignorare comportamenti pericolosi pur di difendere gli ascolti e la credibilità del programma.

Nonostante questo piccolo appunto, che comunque rimane un mio cruccio personale, questo libro mi è piaciuto molto e mi sento di consigliarne la lettura a chi cerca una storia con una forte componente psicologica, in cui anche le scene più erotiche non sono poste a caso ma perfettamente contestualizzate, in cui i protagonisti soffrono e si aiutano a vicenda e in cui il loro amore ha un significato profondo. Se volete una storia dolce ma anche sofferta e piena di speranza questo libro fa decisamente al caso vostro.

 

 

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 febbraio 2020 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: