Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “SCINTILLA DI LUCE” – Serie La vita che ci resta #2 – di Dawn Blackridge – 30 Giugno 2020

 

TITOLO: Scintilla di luce
AUTORE: Dawn Blackridge
CASA EDITRICE: Self Publishing
SERIE: La vita che ci resta #2
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
USCITA: 30 Giugno 2020
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Avevo un conto in sospeso con Andrew Pine, il cui destino in “La vita che ci resta” era stato davvero crudele. A due anni dall’uscita del primo libro, ho capito di non volerlo lasciare così.”

 

Andrew è vedovo da cinque anni, tuttavia il dolore per aver perduto l’amato Matthew non si è sopito e l’uomo non riesce ad andare avanti con la sua vita, fatta solo di lavoro presso la clinica veterinaria di cui è proprietario.

Spronato da Sam e Gillian, suoi colleghi e amici, accetta di partecipare a una conferenza a Denver, dove fa conoscenza con un collega, Daniel Moore. L’incontro con questo uomo intraprendente e dinamico, ma allo stesso tempo rispettoso del dolore che percepisce così forte in Andrew, cambierà tutto il suo mondo e accenderà una scintilla di luce nel suo cuore ferito.

Daniel, che all’apparenza sembra sicuro di sé, è un uomo sensibile e sentimentalmente irrealizzato. Si farà strada nell’anima di Andrew e insieme i due proveranno a superare i propri dubbi, cercando di ricostruire due vite che, separate, sembrano non avere un futuro e che invece, unite, potrebbero guarirsi a vicenda.

 

“Un giorno incontrerai quella persona che raccoglierà l’ultimo pezzo del tuo cuore e gli ridarà vita.”

Queste ultime parole del suo grande amore perduto accompagnano da cinque anni Andrew, un veterinario ormai alle soglie della cinquantina, con la vita in sospeso dalla morte del marito Matt.

Nel precedente romanzo La vita che ci resta, abbiamo seguito la loro bellissima ma travagliata storia d’amore, durata solo qualche anno ma che ha segnato le loro vite nel bene e nel male e che ha riempito la vita di Andrew, per poi lasciarlo distrutto alla morte del marito.

Ora lo rincontriamo sempre nella sua clinica, insieme ai suoi colleghi e amici Sam e Gillian e ai suoi due cani, solo nella sua grande casa senza altri interessi se non il lavoro, che ama moltissimo, e qualche saltuaria visita nella casa sull’oceano dove lui e Matt erano stati felici.

Forse il pensiero degli anni che passano, forse i consigli e gli incoraggiamenti degli amici, o anche la solitudine che inizia a pesare, portano i pensieri e i ricordi di Andrew agli ultimi giorni della malattia di Matt, quando gli aveva raccomandato di non restare solo, di non sentirsi in colpa per essere sopravvissuto.

Un convegno di veterinari all’altro capo del paese è un piacevole diversivo nel suo semplice e monotono tran tran e un simpatico incontro sembra risvegliare il cuore di Andrew, anche se con l’affascinante Daniel sembra nascere solo una semplice amicizia.

Daniel vive a Seattle mentre Andrew a New York, l’amicizia e anche la velata attrazione tra i due sembra destinata a non avere futuro ma l’ambiente ostile in cui lavora Daniel e l’interesse che prova per il bel vedovo, lo spingono a tentare il tutto per tutto per conquistarne l’amore, nonostante la sua ritrosia e i sensi di colpa.

Buon romanzo, superiore a mio giudizio al precedente, non solo per il lieto fine che nel primo non c’è, ma anche per i due protagonisti che per me sono molto ben sviluppati e credibili; la trama forse non è intensa come l’altra, che era piena di colpi di scena ma anche di piccoli drammi, e tuttavia le paure e le incertezze di un amore appena nato sono ugualmente interessanti e coinvolgenti e io ho apprezzato il carattere forte e altruista di Daniel, il suo accettare l’amore e il ricordo di Matt ancora vivi in Andrew, invece che combatterlo o esserne geloso.

Lettura consigliata a tutti, anche a chi non ha letto il libro precedente perché la trama è pienamente indipendente, l’autrice infatti è stata secondo me molto brava a riassumere la storia di Matt e Andrew attraverso ricordi, sogni e dialoghi senza appesantire il racconto o, peggio ancora, sorvolando completamente sul primo libro.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: