Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “ESSERE SAWYER KNIGHT” – Serie Souls of the Knight #1 – Nicola Haken – 3 Agosto 2020

TITOLO: Essere Sawyer Knight
AUTORE: Nicola Haken
TRADUZIONE: Aria Zanchet
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
GENERE: Contemporaneo
SERIE: Souls of the Knight #1
EBOOK: Si
PREZZO: € 4,49 nei maggiori store e sito Editore
PAGINE: 315
DATA USCITA: 3 Agosto 2020
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
LINK PER L’ACQUISTO: Essere Sawyer Knight (Souls of the Knight Vol. 1)

TRAMA: In qualità di cantante e chitarrista della famosa band internazionale Souls of the Knight, Sawyer Knight sta vivendo una vita che la maggior parte delle persone può solamente sognare. È circondato da musica, fama, benessere e donne che gli si gettano ai piedi. Ha tutto…

Tuttavia, non ha nulla.

Essere una delle più ricercate rock star del mondo è sfiancante, opprimente e solitario. Sawyer trascorre ogni singolo giorno cercando di essere come vogliono gli altri, come il suo manager gli dice di essere, come sua madre si aspetta che sia… il tutto mentre lotta contro chi è davvero. La verità è che ci è abituato; ormai è diventato piuttosto bravo a mentire… a vivere una bugia.

Fino a quando Jake Reed, il suo ex migliore amico, nonché l’unica persona che gli abbia mai fatto provare qualcosa, torna nella sua vita come nuovo capo della security della band. Jake vuole Sawyer, l’ha sempre desiderato e sarà così per sempre. Adesso deve soltanto far ammettere a Sawyer che anche lui prova le stesse cose.

«Sarai mio, Sawyer Knight. Più cercherai di correre veloce, più in fretta cadrai in ginocchio. A quel punto, Sawyer… a quel punto sarai troppo debole per resistere.»

 

Fin da bambina ho sempre amato moltissimo la musica, mi sono sempre sentita attratta da quel mondo ai miei occhi magico ed è proprio per questo motivo che oltre a cercare sempre di scoprire nuovi generi musicali mi lancio a capofitto in ogni libro che contiene al suo interno un protagonista, o anche solo un personaggio secondario, che fa il cantante. Inutile quindi sottolineare come mi facesse fin da subito gola questo libro, una love story sensuale e appassionata tra un dio del rock e il suo ex migliore amico/bodyguard. Un romanzo ai miei occhi imperdibile che però contro ogni aspettativa mi ha messo non poco in difficoltà.

Il libro ci racconta la travagliata storia d’amore tra Sawyer Knight, il cantante e leader del gruppo Souls of the Knight, e il sensuale Jake Reed, suo amico d’infanzia e nuovo bodyguard/capo addetto alla sicurezza. Sawyer e Jake sono sempre stati grandissimi amici, condividendo gran parte della loro vita, scherzando e divertendosi come solo gli adolescenti sanno fare, eppure quella tranquillità è stata bruscamente spazzata via quando Jake è stato costretto a trasferirsi, ma non prima di aver sconvolto il suo caro amico con un gesto che ha turbato nel profondo Sawyer a tal punto da decidere di rompere bruscamente qualsiasi rapporto e contatto.

Dopo dieci anni le cose quindi sono molto diverse da quegli anni lontani e spensierati. Sawyer è diventato un musicista famosissimo in tutto il mondo, ma sente che qualcosa gli manca, sente di non poter essere felice, almeno fino a quando come un ciclone non ritorna sul suo cammino proprio la persona che nel bene e nel male lo ha sempre capito, il suo caro ex amico Jake.

Jake Reed nonostante la brusca rottura e lontananza forzata ha passato molto tempo a pensare al suo amore per Sawyer, a seguirne i passi nel mondo della musica, non perdendosi alcuna sua esibizione o notizia, ed è proprio quando la band si ritrova a rischio perché minacciata di morte che decide di fare la sua mossa. Non ha dimenticato quel dolce sentimento e ora, cresciuto e finalmente sicuro di sé, sente di poter finalmente coltivare quell’amore e far capire a Sawyer che il suo non è semplice desiderio sessuale ma un sentimento che sfida qualsiasi logica e confine.

Una storia che insomma aveva tutte le carte in regola per piacermi, qualcosa di forse già visto e sentito ma comunque interessante, eppure per me non è scattata in alcun modo la scintilla e questo è successo non tanto per la mancanza di abilità dell’autore, tutt’altro, il libro è ben scritto e ogni scena ben raccontata ma per loro… i due protagonisti. Mi succede spesso di lamentarmi dei personaggi per qualche mancanza ma è raro che mi ritrovi effettivamente a disagio per il loro comportamento.

Sawyer e Jake mi hanno turbato a tal punto da non farmi apprezzare la loro storia d’amore, trovandola spesso inquietante. Jake ci appare fin da subito come un uomo sicuro di sé, un vero e proprio maschio alfa e fino a questo punto ci può anche stare, se non fosse per l’atteggiamento che dimostra alla prima occasione, un atteggiamento talmente sopra le righe da risultare quasi preoccupante. Un comportamento che mi ha raggelato e che si contrappone alla sensibilità di Sawyer, incapace il più delle volte di reagire a tali atteggiamenti, un ragazzo che per quanto possa apparire sicuro di sé, ci appare fragile e bisognoso di tantissimo supporto e amore.

Il rapporto tra i due non mi è piaciuto assolutamente e, nonostante l’atteggiamento di Jake sia a tratti gentile, non sembra mai davvero interessato ad altri se non a se stesso e al sesso, e Sawyer sembra troppo sottomesso e docile, quasi rassegnato, ed è proprio questo squilibrio nelle dinamiche di coppia che non mi ha fatto apprezzare nulla, neanche i momenti più intimi e passionali, e anche se le scene più hot sono estremamente sensuali e ben descritte non ho sentito alcun sentimento positivo.

Il mio giudizio dipende totalmente dalla mia sensibilità a certi temi, ma credo di non sentirmela di consigliarlo a tutti. L’autore sa il fatto suo e sa scrivere molto bene, lo spazio ai protagonisti è stato dato con attenzione mettendoci nella testa di entrambi e presentandoci un mondo variegato e tutto da esplorare, ma se come la sottoscritta non sopportate proprio queste figure maschili dominanti e che pensano di conoscere ogni pensiero del partner senza neanche il bisogno di interpellarlo, credo possiate senza dubbio farne a meno.

Nonostante ciò non mi sento neanche di condannarlo, sono sinceramente convinta che ci sarà altro da scoprire nei prossimi libri, sono soprattutto curiosa di scoprire nuove informazione su Ryder, Matt e sugli altri ragazzi della band e proverò a dare un’occasione al prossimo libro della serie, ma fino ad allora mi sento di consigliarvelo solo se amate l’erotismo e i maschi alfa sensuali e (pure troppo) protettivi. In quel caso tra la musica, la sensualità e l’intrigo avrete senza dubbio pane per i vostri denti in caso contrario passate oltre senza timore.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: