Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “UN POSTO FELICE” – Serie Rainbow Place #5 – di Jay Northcote – 25 Marzo 2021

 
un posto felice - cover
 
 
TITOLO: Un posto felice
AUTORE: Jay Northcote
SERIE: Rainbow Place #5
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti per Quixote Translations
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 235
PREZZO: € 4,21 (Disponibile su Ku)
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Alto
DATA USCITA: 25 Marzo 2021
LINK PER L’ACQUISTO: <a href="http://Un posto felice“>Un posto felice
 
 
 

TRAMA: Un primo bacio da un uomo più giovane innesca il suo risveglio sessuale…

A causa della rigidissima educazione, George si vergogna del suo orientamento. Ormai oltre la quarantina, non ha ancora fatto coming out e non hai mai baciato un uomo – finché non arriva Quentin.

Quentin ne ha avuto abbastanza di pessime relazioni con uomini che non vogliono impegnarsi. Ancora ferito dall’ultima, non è pronto a riprovarci. Ma George è dolce, e aiutare un uomo più grande a fare un po’ di esperienza potrebbe essere un diversivo piacevole.

Trascinati in fretta verso un legame più profondo di quanto non si aspettassero, si trovano ad affrontare un dilemma. George non è pronto per uscire allo scoperto, e Quentin vuole un ragazzo che non abbia paura di farsi vedere con lui in pubblico. Riusciranno a trovare un modo per navigare nelle acque imprevedibili di quella nuova relazione, e a trovare la felicità insieme?

Sebbene questo libro faccia parte di una serie, può essere letto come autoconclusivo.

giada-e1616053656868

Premetto che non ho letto i precedenti libri di questa simpatica serie e di conseguenza alcuni dettagli e riferimenti a volti del passato mi sono sfuggiti, ma ho voluto dare un’opportunità a questo libro ugualmente avendo bisogno di evadere dalla realtà e rifugiarmi in un “posto felice”, un luogo pieno di dolcezza e la scelta, con mia grande fortuna, è stata vincente.

Nonostante non avessi mai avuto modo di interagire con la caffetteria Rainbow Place e i suoi dipendenti mi è sembrato di far parte della famiglia, una sensazione accogliente che difficilmente ho provato in altri libri. Inutile dire che ho provato amore a prima vista per lo sfortunato Quentin, uno dei protagonisti della nostra storia. Giornalista e amico dei proprietari della caffetteria, ha dovuto sopportare non poche delusioni d’amore e, dopo essere stato umiliato dall’ennesima storia finita male e ferito dal compagno a cui aveva donato tutto il suo amore, si è trovato incapace di reagire, e proprio quando aveva deciso di arrendersi e di smettere di cercare si trova di fronte George.

Quest’ultimo ha ormai superato i quarant’anni, ha una figlia, una ex moglie con cui ha buoni rapporti, un lavoro che ama, eppure nasconde dentro di sé un dolore che lo tormenta ogni giorno: la sua omosessualità. Da anni George ha scoperto di essere gay ma ha sempre negato quest’evidenza, ma ora quel segreto è tornato come uno spettro a tormentarlo e adesso che il suo matrimonio è finito e la figlia è pronta a diventare indipendente e a spiccare il volo, gli è impossibile non desiderare quella normalità che per anni si è negato, e la compagnia di Quentin sarà fondamentale per salvarlo dai suoi demoni.

Il primo approccio tra i due protagonisti è goffo e maldestro. George per via della sua situazione appare insicuro, spaventato, rischiando di rovinare qualsiasi possibilità di contatto, ma Quentin è fondamentale per aiutare il futuro compagno. Il ragazzo, seppure più giovane di diciotto anni rispetto a George, mostra la sua maturità e dolcezza prendendo per mano quell’uomo così simile a un adolescente alle prime scoperte della vita, per portarlo a compiere un percorso di rinascita.

Ho amato Quentin per la sua tenacia e forza di volontà ma anche George. In un mondo letterario in cui siamo abituati a uomini duri sempre pronti a tutto, lui rappresenta la realtà, rappresenta quella parte forse un po’ scomoda ma viva, normale. Tutto è molto curato, i due protagonisti sono stati molto ben caratterizzati e possono vantare degli amici e parenti perfettamente inseriti nella narrazione e utili per lanciare messaggi positivi. Possiamo così goderci per una volta una storia che non si dimentica di mostrarci le difficoltà della vita, ma lo fa dando il giusto valore a ogni momento e senza cadere nella crudeltà gratuita. Questo libro è insomma un piccolo viaggio ricco di positività e speranza, una lettura che riesce a essere sensuale al punto giusto e che crea quella giusta tensione da rendere anche il bacio più banale una conquista.

Ovviamente Il mio consiglio é di non fare come me. Nonostante l’abilità dell’autore di rendere questa storia perfettamente comprensibile anche a chi si avvicina per la prima volta al mondo del Rainbow Place, per tutto il tempo ho avuto la sensazione di essermi persa qualcosa e ho avuto la voglia di interrompere la lettura per ricominciare dal volume uno e conoscere meglio quegli uomini così coraggiosi e in grado di affrontare a testa alto l’odio e l’ignoranza di certi “esseri umani”. Se dovete farlo, partite a leggere dal primo libro e gustatevi ogni parola perché ne vale la pena.

Un percorso ricco di soddisfazioni e perfetto nella sua semplicità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 marzo 2021 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: