Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “TUTTI I COLORI DI BYRON'” di Manuela Chiarottino – 18 Novembre 2018

TITOLO: Tutti i colori di Byron
AUTORE: Manuela Chiarottino
CASA EDITRICE: Buendia Books
GENERE:  Contemporaneo 
E-BOOK:
PREZZO: € 0,99 su Amazon (Disponibile su Ku)
PAGINE: 24
USCITA: 18 Novembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Assente

TRAMA:Byron ha un segreto. Vorrebbe perdersi, annullarsi, non soffrire più. Suo nonno è stato partigiano, ha trovato l’amore in un rifugio antiaereo e non ha perso la voglia di combattere: per la libertà di vivere e di essere, per i diritti di tutti… Per trovare i colori anche dove tutto sembra grigio.

 

Bevvero in silenzio ognuno all’apparenza immerso nei propri pensieri. Un uomo anziano e un ragazzo, uno di fianco all’altro con lo sguardo perso nei colori della campagna in quel mare verde che li circondava. Rimasero così fino a quando il sole inghiottì tutta l’ombra e li costrinse a rientrare per trovare sollievo nel fresco della casa.

Due generazioni a confronto in questo piccolo racconto, un uomo diviso tra ricordi terribili della guerra e quelli nostalgici del suo primo amore, la donna che ha amato dal primo istante in cui ha posato gli occhi su di lei, e un ragazzo, confuso sulla propria identità, impaurito da ciò che crede di essere ma allo stesso tempo consapevole di non poter fingere quello che non è.

Due generazioni lontane anagraficamente, un nonno e un nipote, vicini però per tutto quello che conta veramente, a condividere racconti di una realtà lontana, di una guerra spesso dimenticata ma che rimane impressa come un marchio a fuoco a chi l’ha vissuta sulla propria pelle, ma anche quelli dell’incontro con la donna della sua vita, ricordi commoventi di un amore quasi predestinato.

Byron è solo un ragazzino ma ha già molto a cui pensare, molto da dover mettere in discussione e il grigiore della sua vita è rischiarato da quegli incontri con il nonno, in cui non ci sono giudizi ma solo affetto incondizionato.

Un racconto molto breve ma intenso, commovente e molto dolce sulla propria identità, sull’accettarsi e sull’amore in ogni sua forma.

Il grigio era sparito intorno a lui e dall’anima, c’erano solo i colori dell’arcobaleno. Era come essere dentro un enorme caleidoscopio, un mondo di colori che si muovevano tutt’intorno. Si sentiva in una zona franca dove tutto era permesso, anche baciare un ragazzo appena conosciuto e credere di nuovo all’amore.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 dicembre 2018 da in Contemporaneo, Novella, Recensione con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: