Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL NATALE SECONDO LIAM” – di V.L. Locey – 7 dicembre 2021

51Q3LJAZlRL
TITOLO: Il Natale secondo Liam
AUTORE: V.L. Locey
TRADUZIONE: Davide Zocchi
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
PAGINE: 63
PREZZO: € 0,89 su Amazon (Disponibile su Ku)
USCITA: 7 dicembre 2021
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio
LINK PER L’ACQUISTOhttps://amzn.to/303bCLR

TRAMA: È il primo Natale da marito e marito per Bryn e Mike.

Un momento magico e pieno di romanticismo per i nostri novelli sposi. Sfortunatamente, non riusciranno a trascorrere la sera della vigilia abbracciati sul divano a guardare le castagne arrostirsi nel camino. Quando la sorella di Mike e il suo ragazzo devono partire all’improvviso per partecipare a un funerale, ai due sposini viene chiesto di diventare i Babbo Natale del precoce nipote. Dovrebbe essere facile rendere speciale questa festa nonostante l’improvviso cambio di programma, no? Tutto quello che ci vorrà è tanto amore, risate, un pizzico di romanticismo, un sacco di abbracci e una doppia porzione di pazienza quando il vecchio barba bianca lascerà l’allegra compagnia per andare a visitare qualcun altro.

ely

Il Natale secondo Liam è una breve ma piacevole novella natalizia che si innesta fra il primo volume e il secondo, entrambi già usciti in Italia, quindi dobbiamo fare un passo indietro rispetto a certe cose che conosciamo già e gustarcelo come una gradevole parentesi festiva.

Michael e Bryn vorrebbero godere in intimità il loro primo Natale come una coppia sposata, fra coccole, dolci e coccole. Ho già detto coccole? Beh, peccato che i loro piani di coccole vadano in frantumi quando Mike viene avvertito che un anziano parente di Adam, il ragazzo di sua sorella, è deceduto e quindi Adam e Kelly devono partire per il funerale – sorvoliamo che un funerale a Natale è una cosa tremenda, dai! – e a malincuore chiedono ai due sposini di fare le loro veci come Babbo Natale.

Mike consola la sorella e la convince che accompagnare il suo ragazzo, e stargli vicino in quel momento di lutto, sia fondamentale e quindi Liam si trasferisce temporaneamente da loro.

Vi ricordate com’è questo piccolo terremoto? Ebbene, il volume ci offre la visione verosimile di un bimbo di cinque anni fin troppo vispo, energico e linguacciuto come lo zio, che dà il meglio di sé fra regali e capricci.

Queste sessanta pagine regalano tanta dolcezza, divertimento e figuracce spassose. Sanno strappare più di un sorriso con i siparietti fra Liam e suo zio, ma è altrettanto gradito un momento intimo dei nostri protagonisti, assieme poi a qualche frangente più serio che fa riflettere il lettore sulla condizione dei bambini e ragazzi LGBTQ+.

Come potete vedere, pur nella sua brevità è un dolcetto completo da gustare.

L’unico appunto doveroso che mi sento di fare è la mancanza di un buon editing finale che avrebbe ripulito il testo da una decina di sbavature: accenti perduti o sbagliati, qualche maiuscola assente e qualche verbo scritto male.

In ogni caso, queste imperfezioni non pregiudicano la lettura e il libro rimane comunque godibile e ne consiglio l’acquisto per continuità verso la serie.

4 bandiere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 dicembre 2021 da in Contemporaneo, Racconto, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: